Alternanza Bar.S.A.

Standard
img_0860

Bar.S.A.: così l’Alternanza Scuola Lavoro diventa un’occasione per gli studenti

L’attività della Bar. S.A.  di apertura e  dialogo col territorio si  svolge anche attraverso la formazione dei più giovani. L’azienda ha, infatti, aderito al progetto di Alternanza Scuola Lavoro della Scuola delle Suore Salesiane dei Sacri Cuori di Barletta ed ospiterà per un triennio presso i suoi uffici gli studenti  dell’Istituto Tecnico Economico.

- Quella che la Bar. S.A.  ci offre è un’opportunità preziosa – dichiara il Dirigente Scolastico Sr Rosanna Pirrone – I nostri studenti stanno conoscendo una delle realtà aziendali maggiormente coinvolte nel tessuto economico sociale del territorio. Questa esperienza servirà loro ad acquisire e sviluppare quelle competenze necessarie per l’ingresso nel mondo del lavoro grazie ad un percorso strutturato,  coerente con l’indirizzo di studio  e  caratterizzato da un forte impegno organizzativo. Negli uffici di via Callano i ragazzi, sempre sotto la guida del tutor, sperimentano la responsabilità e la professionalità e si qualificano  protagonisti e reali esecutori delle mansioni che sono chiamati a svolgere. Si tratta, in sostanza, di una interpretazione virtuosa delle indicazioni della legge 107/2015, la cd. Buona Scuola,  che così realizza, come nelle intenzioni del legislatore, un ponte tra la scuola e l’azienda. L’intera comunità scolastica ringrazia la Bar.S.A. nel complesso e tutti i soggetti coinvolti a vario titolo in questo singolare progetto. Il mio personale apprezzamento va all’A.D. avv. Lorenzo Fruscio che ha reso possibile questa sinergia per una valorizzazione e crescita intelligente del territorio.

prof.ssa Rosa Stella

IL NOSTRO LICEO ALL’UNIVERSITÁ DI BARCELLONA

Standard
img-20170401-wa0005-copia

Studiare all’estero è certamente una delle esperienze più significative e indimenticabili per uno studente del liceo linguistico. Il confronto con un’altra cultura, il miglioramento della lingua e l’immersione nella vita quotidiana di un’università straniera rappresentano opportunità uniche e irripetibili. Queste sono le motivazioni che hanno spinto la nostra scuola ad attivarsi per organizzare un periodo di alternanza scuola-lavoro e, allo stesso tempo, di orientamento in un’università spagnola.

Gli studenti di 3L e 4L del nostro liceo linguistico, infatti, accompagnati dalle docenti prof.sse Floriana Larovere e Tiziana Manosperti, hanno avuto la possibilità di conoscere ed apprezzare l’ambiente universitario di Barcellona e, in particolare, di godere di vere e proprie lezioni in castigliano attivate dal professor Arnau Pons che lavora presso il Dipartimento di Marketing del CETT-Universidad de Barcelona.

In una splendida cornice culturale e paesaggistica, il professor Pons ha illustrato e mostrato ai nostri studenti le installazioni e gli ambienti del Campus e ha fornito numerose informazioni e conoscenze relative all’ambito del turismo e all’organizzazione del CETT. In modo interattivo e dinamico, ha mostrato ai ragazzi dei video, delle presentazioni in PowerPoint e ha instaurato un rapporto dialogico che ha consentito loro di partecipare attivamente alle lezioni ponendo domande relative all’ambito del turismo e delle competenze, metodologie e abilità necessarie per lavorare in questo settore. I nostri studenti sono stati entusiasti dell’esperienza vissuta, momento di formazione e arricchimento linguistico, culturale e lavorativo.

Ringraziamo l’Universitat de Barcelona, il CETT-Campus de Turisme e in professor Arnau Pons per l’accoglienza, la professionalità e la disponibilità dedicataci.

Prof.sse Floriana Larovere e Tiziana Manosperti

I nostri ragazzi “Dipendenti comunali”

Standard
img_3658
Alternanza scuola-lavoro, gli studenti dell’I.T.E. e Liceo Linguistico dei Sacri Cuori di Barletta diventano “dipendenti comunali”.
“L’unica risposta strutturale alla disoccupazione è una scuola collegata con il mondo del lavoro”: così il Miur descrive il percorso di Alternanza Scuola- Lavoro, una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) e in linea con il principio della scuola aperta.
Un progetto che il Sindaco di Barletta Pasquale Cascella, con la collaborazione dell’Assessore alle politiche sociali Avv. Marcello Lanotte e la Dirigente ai Servizi Sociali Dott.ssa Santa Scommegna, fa proprio e contribuisce a realizzare, dapprima stipulando una convenzione con l’I.T.E e il Liceo Linguistico dei Sacri cuori di Barletta e, poi, aprendo le porte agli studenti in svariati settori. Tra le finalità prioritarie di questo progetto, soprattutto l’obiettivo di favorire l’inserimento degli alunni audiolesi in contesti lavorativi, potenziando l’autonomia personale e sociale.
I ragazzi, infatti, dopo un periodo di formazione interna sul tema della legalità e sul contratto di lavoro realizzato con l’intervento dell’avv. Fabio C.D. Mastrorosa, sono usciti dall’istituto per cominciare una nuova esperienza. Oggi vanno così ad affiancare il personale dell’amministrazione comunale e acquisiscono competenze sul campo, sia per profili specializzati che per mansioni amministrative, legate alle funzioni della pubblica amministrazione. Un’esperienza che permette dunque ai giovani di conoscere come funziona – almeno in parte – l’ente pubblico più prossimo al cittadino ed accrescere il proprio bagaglio di conoscenze civiche.“
La Dirigente sottolinea come è importante che «l’alternanza scuola-lavoro rappresenti per gli studenti un’importante opportunità di unire i percorsi di teoria e prassi. L’apprendimento non può non passare dall’azione, dal fare, ed anzi è proprio attraverso il fare che le conoscenze si consolidano ed assumono maggiore senso. Il nostro obiettivo – prosegue Sr Rosanna Pirrone – è quella di creare un’osmosi fra Scuola ed Ente, attraverso percorsi di tutoraggio ed accompagnamento dei giovani studenti. Il progetto fa riferimento ad una logica progettuale integrata tra i vari sistemi. Ciò è indispensabile per sfruttare al meglio la specificità e le differenti risorse, dove tutte le componenti collaborano e si completano”.
“Un ringraziamento speciale per il lavoro svolto va alla commissione referente del progetto costituita dai Prof.ri E. Paolillo F. Fergola, I. Fascilla, F. Larovere, F. Milia e S. Rosa”.
Il progetto sta dando risultati soddisfacenti e i ragazzi rispondono con molto entusiasmo. D’altronde, bisogna puntare sui giovani, perché rappresentano il futuro del nostro territorio ma anche il presente della nostra società.