IL NOSTRO LICEO ALL’UNIVERSITÁ DI BARCELLONA

Standard
img-20170401-wa0005-copia

Studiare all’estero è certamente una delle esperienze più significative e indimenticabili per uno studente del liceo linguistico. Il confronto con un’altra cultura, il miglioramento della lingua e l’immersione nella vita quotidiana di un’università straniera rappresentano opportunità uniche e irripetibili. Queste sono le motivazioni che hanno spinto la nostra scuola ad attivarsi per organizzare un periodo di alternanza scuola-lavoro e, allo stesso tempo, di orientamento in un’università spagnola.

Gli studenti di 3L e 4L del nostro liceo linguistico, infatti, accompagnati dalle docenti prof.sse Floriana Larovere e Tiziana Manosperti, hanno avuto la possibilità di conoscere ed apprezzare l’ambiente universitario di Barcellona e, in particolare, di godere di vere e proprie lezioni in castigliano attivate dal professor Arnau Pons che lavora presso il Dipartimento di Marketing del CETT-Universidad de Barcelona.

In una splendida cornice culturale e paesaggistica, il professor Pons ha illustrato e mostrato ai nostri studenti le installazioni e gli ambienti del Campus e ha fornito numerose informazioni e conoscenze relative all’ambito del turismo e all’organizzazione del CETT. In modo interattivo e dinamico, ha mostrato ai ragazzi dei video, delle presentazioni in PowerPoint e ha instaurato un rapporto dialogico che ha consentito loro di partecipare attivamente alle lezioni ponendo domande relative all’ambito del turismo e delle competenze, metodologie e abilità necessarie per lavorare in questo settore. I nostri studenti sono stati entusiasti dell’esperienza vissuta, momento di formazione e arricchimento linguistico, culturale e lavorativo.

Ringraziamo l’Universitat de Barcelona, il CETT-Campus de Turisme e in professor Arnau Pons per l’accoglienza, la professionalità e la disponibilità dedicataci.

Prof.sse Floriana Larovere e Tiziana Manosperti

Canterbury: integration 2017

Standard
CatturaCanterbury, è passato solo un mese da quando siamo tornati, ma ci sembra solo ieri…
Oggi 12 Marzo siamo a casa mentre esattamente un mese fa stavamo visitando Londra insieme ai nostri compagni…
…tutto ciò che abbiamo fatto  rimarrà per un bel po’ nei nostri cuori, a cominciare dalle fantastiche uscite ed escursioni che la Professoressa Saponaro progettava per noi ed all’efficace e innovativo programma scolastico che abbiamo seguito.
Un’esperienza indimenticabile! Sì,
il progetto “integration”vissuto in Inghilterra è stato molto formativo sia dal punto di vista didattico che dal punto di vista del rapporto sociale che si è creato tra i compagni di viaggio e naturalmente con la famiglia ospitante.
Cibo,tradizioni,cultura diversi  ma soprattutto il modo di affrontare la vita quotidiana ci ha aperto la mente e ci ha invitati a vivere adattandoci alla vita del posto.
“Paese che vai,usanze che trovi”, è un detto che calza a pennello con la nostra esperienza e che ci ha  aiutati a  capire che non esiste un modo giusto o sbagliato di vivere la vita, non ci sono costumi o tradizioni più giusti di altri, ma siamo noi a doverci  impegnare a costruire il nostro modo di essere facendolo di tutte le esperienze che viviamo.
Canterbury, le sue strade così pittoresche, Londra, Harrods, Covent Garden, il rapporto sincero e semplice che si è creato con i nostri compagni di gruppo, l’integrazione con i colleghi-studenti Cinesi, così timidi e schivi…un’ esperienza interessante e divertente che vorremmo rivivere!

Camilla Mitolo 1^ L
Alfonzo Zarrella 2^ L

Integration a Madrid

Standard
Integration Madrid 2016
L’integration è un viaggio. Un viaggio è un aereo e un nodo in gola causato dalla paura per il volo e dall’ebbrezza di scoprire cose c’è dall’altra parte. Un viaggio è una strada, una stanza che non ci appartiene, un’immagine, un pensiero, una famiglia che diventa la tua famiglia. Un viaggio è fatto di ore: sono le ore passate a ridere, a chiacchierare, a fare progetti, ad assaporare un posto nuovo. Un viaggio è una partenza alla scoperta di qualcosa di nuovo, di una cultura diversa, di suoni e odori mai sentiti prima. Viaggiare è partire e tornare diversi. I viaggi sono i viaggiatori. Grazie ragazzi! Madrid 2016…

prof.ssa Floriana Larovere

Anche a noi a Oxford!

Standard
20160309_152312_resized

Integration 2016

Il progetto Integration può considerarsi una pietra miliare ed al contempo un  tòpos dell’Istituto Sacri Cuori di Barletta. Come suggerisce lo stesso vocabolo è un ambizioso proponimento di fusione totale con una cultura altra rispetto alla propria, di integrazione, appunto. Il piano prevede che alcuni studenti del nostro istituto possano soggiornare per una settimana all’estero, vivendo ospiti presso famiglie del luogo, frequentando corsi mattutini e workshop pomeridiani ed esplorando le bellezze del territorio. E’ con quest’animo che, nella settimana compresa tra il 6 ed il 12 marzo 2016, otto studenti della nostra scuola, quattro della I sez.A e quattro della I sez.L si sono recati ad Oxford accompagnati dalla docente M.A.V. Saponaro.
Gli studenti hanno vissuto l’intera settimana con grande entusiasmo e spirito di avventura. Hanno saputo destreggiarsi con la lingua, misurarsi con la cultura e le abitudini, anche culinarie, differenti, accogliendole con curiosità ed interesse. Sono stati abili a creare relazioni vivaci con i membri delle famiglie ospitanti costruendo un ponte ed uno scambio tra la nostra cultura e la loro, farcito di chiacchierate e simpatiche confidenze. Hanno seguito le lezioni mattutine con puntualità e senso critico e si sono divertiti moltissimo nella sperimentazione di workshop teatrali in cui si sono cimentati nel ruolo di attori e registi di se stessi. Ma Integration è ed è stato anche percorrere le strade storiche di Oxford o quelle più affollate di Londraridendo e scherzando con quel particolare mood scanzonato che solo i quattordicenni sanno avere e le immagini che seguono sapranno tradurre meglio di qualunque verbosa descrizione le emozioni dei favolosi otto.

prof.ssa  Maria A. Vittoria Saponaro